logo-mini

Intessere: una guida per l’autoconsapevolezza e la crescita personale

Condividi

Intessere: una guida per l’autoconsapevolezza e la crescita personale

Due professionisti, un progetto ambizioso e tanta passione. Così nasce, il 7 settembre 2019, l’associazione Intessere.

Oggi vi raccontiamo del perché e di come, due amici, due professionisti hanno deciso di porre le proprie conoscenze, acquisite nel corso di anni di studi, a sostegno di chi chiede aiuto. Le professioni che svolgono parlano di loro a gran voce, le scelte e i percorsi fatti hanno vorticato intensamente attorno a due importanti concetti, per loro il Santo Graal della professione: l’importanza del benessere psicologico e delle relazioni di aiuto. Marianna Piccininni, psicologa, Giuseppe Quaranta, counselor, due tessere che si combinano perfettamente nel complesso scenario in cui si muove la psiche umana. Mettono competenze e attenzione a disposizione di chi attraversa un momento di confusione e incertezza, gli dedicano uno spazio esclusivo fatto di ascolto e accoglienza, lo aiutano a individuare tutto ciò che può dare protezione nella vita quotidiana, nelle dinamiche relazionali e affettive. Un nuovo percorso di autoconsapevolezza, da intraprendere al fine di individuare le giuste risposte per aiutarsi.

Intessere nasce a Bitetto, piccolo paese della provincia di Bari, dove i problemi personali possono rimbombare paurosamente e il passaparola può offuscare la realtà, causando imbarazzo e vergogna. Una piccola realtà italiana, comune a tante altre, dove reprimere le proprie emozioni a favore di un’apparenza imperturbabile può regalare l’illusione di una placida quotidianità. Le tematiche legate alla sfera psicologica non sono ritenute così importanti, provocano vergogna e alzano muri. Intessere li abbatte, e con loro i pregiudizi, costruisce relazioni, infonde coraggio, dona coscienza di sé.

Ogni relazione d’aiuto, affinché sia possibile, passa attraverso la fiducia e la fiducia si conquista anche con l’immagine che si comunica all’esterno. Vi fareste dare consigli estetici da chi ha un aspetto trasandato?

 

Il lavoro di BeeUp relativo all’immagine coordinata ha portato alla progettazione di un marchio che veicola perfettamente i concetti cardine dell’associazione: il pittogramma, dalle forme volutamente tondeggianti, rappresenta una persona nell’atto dell’abbraccio, metafora del conforto e dell’aiuto, e la “i” di Intessere, inserita all’interno del logo, si fonde perfettamente con esso. La figura e lo sfondo si alternano in modo da non rendere esplicito il soggetto principale e quello secondario, ispirandosi alla teoria della Gestalt, un’importante corrente psicologica nata in Germania agli inizi del XX secolo: non deve esserci distacco tra chi parla e chi ascolta, ma vicinanza e comprensione.

I colori ricoprono anch’essi un ruolo molto importante: le tonalità di blu e verde acqua sono le tinte più rappresentative del settore psicologico. Anche la scelta del logotipo non è casuale, difatti il carattere utilizzato è minuscolo per esprimere confidenzialità e suggerire un clima di agio e conforto a chi frequenterà l’associazione.

Il nome “Intessere” esplicita perfettamente l’intento dell’associazione: intrecciare relazioni di aiuto e sostegno, ricomponendo i pezzi di un mosaico che per qualche motivo ha perso la propria integrità.

Siamo molto fieri di aver contribuito, in piccola parte, a questo importante lavoro. A Marianna Piccininni e Giuseppe Quaranta il compito di credere fortemente nel loro progetto e tendere una mano a chi ne ha bisogno, a chiunque viva una situazione di difficoltà emotiva il compito di afferrarla.

Guarda il progetto cliccando qui.


Lascia un Commento

sedici − quindici =