logo-mini

Novità smart in casa Amazon: il “Dash Button”

Condividi

Novità smart in casa Amazon: il “Dash Button”

Il Dash Button, l’ultima trovata Amazon già partita da un anno negli Stati Uniti e ad agosto anche nel Regno Unito, in Germania e in Austria, è finalmente arrivata in Italia.

Una linea di dispositivi associati ai brand che hanno sposato questo nuovo modello di business, fornendo una lista di prodotti a disposizione dell’acquirente. In parole povere: gli utenti di Amazon Prime (soltanto loro), semplicemente premendo un pulsante, hanno la possibilità di ordinare il prodotto ad esso associato.

Le liste della spesa diventeranno antiquate e con un semplice clic, letteralmente, si potrà ordinare ciò che manca, che è terminato o sta terminando, comodamente da casa e con consegna a domicilio, senza effettuare alcun tipo di procedura di acquisto. Un tasto e via.

amazon_dash_button_italia_1116

La procedura per ottenere i gadget è molto semplice: tramite la pagina di Amazon si acquistano i bottoni di nostro interesse, ognuno marchiato con il prodotto che rappresenta a € 4,99. Tale spesa viene poi generosamente scontata con il primo acquisto e quindi il dispositivo si ottiene praticamente a costo zero.

Ricevuto il Dash Button scelto, bisogna avviare la procedura di configurazione tramite l’app Amazon, affinché si connetta alla nostra linea WiFi, quindi selezionare il prodotto a cui associare il pulsante, inserire i dati di pagamento e spedizione e il gioco è fatto. Decisamente più facile a farsi che a dirsi, assicurato!

Un grande progresso nel mondo dell’e-commerce che, ci scommettiamo il naso, porterà un incremento degli acquisti online. Una volta acquisito il meccanismo, la spesa domestica sarà più facile e immediata, in definitiva più smart.

 

Un’idea sicuramente propizia per tutti coloro che non possono uscire di casa o hanno difficoltà a farlo, e innovativa per chiunque: si potrà destinare quell’ora in fila al supermercato ad altro, come andare al cinema, ascoltare musica, fare una passeggiata, andare al mare e oziare pacificamente…

Davanti a questo cambiamento non saranno le gambe dei piccoli negozietti di paese a tremare, dato che hanno dovuto già adattarsi e reinventare la propria attività con l’affermarsi dell’era degli ipermercati. Questa volta il cambiamento potrebbe ricadere imperturbabile sulle casse degli ipermercati stessi.

Se credessimo al Karma potremmo pensare che qui c’è il suo zampino.


Lascia un Commento

otto + venti =